stemma repubblica italiana camera deputati 

Il sottoscritto chiede di interrogare il Ministro dell’Economia e delle Finanze – Per sapere – Premesso che:

il decreto legislativo 7 marzo 2005, n.82  "Codice dell'amministrazione digitale" prevede l’istituzione dell’Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (INI-PEC);

in particolare, l’articolo 6-bis, del citato decreto, introdotto dall’articolo 5, comma 3, del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, prevede che "Al fine di favorire la presentazione di istanze, dichiarazioni e dati, nonché lo scambio di informazioni e documenti tra la pubblica amministrazione e le imprese e i professionisti in modalità telematica, è istituito, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente disposizione e con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, il pubblico elenco denominato Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (INI-PEC) delle imprese e dei professionisti, presso il Ministero per lo sviluppo economico";

il medesimo articolo, al comma 2 ha stabilito che l’indice INI-PEC fosse “realizzato a partire dagli elenchi di indirizzi PEC costituiti presso il registro delle imprese e gli ordini o collegi professionali”;

la scelta iniziale di inserire gli indirizzi PEC di imprese e professionisti iscritti in ordini o collegi è stata di carattere operativo, poiché non era ancora vigente la legge n. 14 gennaio 2013, n. 4 relativa alle professioni non ricomprese in ordini o collegi;

il mancato inserimento degli indirizzi PEC dei  professionisti di cui alla legge 14 gennaio 2013, n. 4,  come ad esempio di quello dei tributaristi, ha comportato diversi problemi operativi per l'adempimento di alcuni obblighi normativi a cui tali professionisti sono soggetti;

il problema tra tributaristi e Agenzia delle entrate è stato risolto con la Risoluzione n. 88/E del 14 ottobre 2014: fronte dei Protocolli d’Intesa stipulati tra le Associazioni dei Tributaristi e le Direzioni Regionali, l’Agenzia attinge gli indirizzi PEC degli associati direttamente dagli elenchi inviati e periodicamente aggiornati dalle associazioni stesse;

in attuazione dell’articolo 14 del decreto legislativo n. 159/2015, dallo scorso 1° giugno, tutti gli atti di riscossione inviati da Equitalia e destinati a imprese e professionisti vengono recapitati esclusivamente tramite PEC;

la recente introduzione del sistema di notifica degli atti di riscossione tramite posta  elettronica certificata, pone la categoria professionale dei Tributaristi ex legge 14 gennaio 2013, n. 4, in una posizione di diseguaglianza rispetto ai professionisti iscritti in albi o elenchi;

è evidente la necessità di trovare una soluzione tecnica al problema che vede ad oggi i tributaristi impossibilitati a ricevere le comunicazioni di Equitalia tramite PEC;

se non ritenga  di doversi attivare con la massima sollecitudine al fine di favorire un accordo tra tributaristi e Equitalia sull’esempio di quello vigente tra Agenzia delle entrate e tributaristi stessi e se non ritenga di doversi adoperare affinché anche gli indirizzi PEC dei professionisti di cui alla legge 14 gennaio 2013, n. 4 vengano inclusi nell’elenco denominato Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (INI-PEC).

 

IGNAZIO ABRIGNANI


Gruppo Misto – Componente ALA-MAIE

06/67602934

Perché associarsi all'A.N.C.O.T?

Informazioni previste della Legge 4/2013
 

 

Logo ADICONSUM
  • Numero Verde dedicato
    800894191
  • Martedi/Giovedi 
    9:00÷13:00
    14:00÷17:00

Visualizza la Convenzione

Chiamaci

Per contattarci chiama il numero unico A.N.C.O.T.

0735 568320

Servizio TUTTOQUESITI

Tributarista 3.0

Pronto A.N.C.O.T

Clicca qui per inviarci tutti i tuoi quesiti di natura fiscale

 Servizio Gratuito

Login Associati

Carrello Acquisti

Cerca nel sito

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy